Banche

Allenarsi al freddo: La via naturale alla perdita di peso

Muoversi al freddo potrebbe essere la chiave per ottenere risultati migliori nell'ambito del fitness e della perdita di peso, secondo i ricercatori del Sports Medicine and Performance Center in Colorado. Sfruttare il freddo attraverso l'attività fisica e il mantenimento di basse temperature può favorire la perdita di peso in modo naturale. Ma qual è la spiegazione fisiologica dietro questo fenomeno?

A temperature più basse, il corpo attiva meccanismi di difesa, tra cui la produzione dell'ormone irisina. Questo ormone è responsabile di stimolare il "browning", ovvero la conversione delle cellule adipose bianche in cellule adipose brune, che bruciano i depositi di grasso per produrre calore. Il tessuto adiposo bruno, presente anche negli adulti tra le scapole e il collo, può contribuire alla perdita di peso bruciando fino a 300-400 calorie al giorno.

Il professor Rolando Bolognino, biologo nutrizionista specializzato in oncologia e prevenzione, spiega che i muscoli agiscono come organo endocrino, producendo e secento centinaia di proteine chiamate miochine. Tra queste, l'irisina è stata scoperta di recente ed è in grado di indurre cambiamenti nel tessuto adiposo, attivare la termogenesi e fungere da collegamento tra muscoli e altri tessuti del corpo.

Le conferme scientifiche sull'azione dell'irisina indicano che diversi tipi di attività fisica possono aumentare la sua produzione, con un picco maggiore dopo un esercizio aerobico e in funzione dell'intensità. Tuttavia, le differenze individuali rendono difficile stimare con precisione l'aumento del dispendio calorico a basse temperature.

Si parla anche di benefici in minor tempo di allenamento. Quindici minuti al freddo sono paragonati a un'ora di esercizio a temperature standard. Sebbene questa affermazione sia stata accolta con scetticismo, ci sono comunque benefici nell'allenarsi a basse temperature, tra cui l'aumento del dispendio energetico, l'attivazione del tessuto adiposo bruno, il miglioramento della sensibilità all'insulina e la stimolazione del metabolismo del grasso.

Tuttavia, ci sono alcune regole da seguire per ottenere risultati positivi con esercizi a basse temperature. Prima di tutto, è fondamentale vestirsi adeguatamente per proteggersi dal freddo e dal vento. Fare stretching per preparare i muscoli freddi e mantenere una corretta idratazione sono altrettanto importanti.

Tuttavia, ci sono casi in cui l'attività fisica al freddo è sconsigliata. Le persone con problemi cardiaci, malattie respiratorie come l'asma e problemi muscolari o articolari come l'artrite dovrebbero evitare l'esercizio in ambienti freddi, poiché potrebbe aumentare il rischio di complicazioni. L'esercizio prolungato in condizioni di freddo estremo può anche portare all'ipotermia, una condizione pericolosa in cui la temperatura corporea scende al di sotto dei livelli normali.

Infine, si discute della regolazione delle temperature in palestra. Una temperatura più fredda può favorire un allenamento metabolicamente intenso, migliorare la prestazione e limitare la disidratazione. Tuttavia, è importante trovare un equilibrio e evitare temperature estreme. Moderare il riscaldamento e garantire un costante ricambio d'aria potrebbe essere la chiave per ottenere i massimi benefici senza esagerare.

SCFitness

PUBBLICITÁ

Puoi seguirci anche sulle nostre piattaforme social

Altri articoli