Banche

Analisi Tecnica Ferrari – 12 Gennaio 2024

Il titolo azionario della celebre casa automobilistica italiana, Ferrari, ha segnato un modesto profitto con un aumento dello 0,44%. Il primo giorno di contrattazioni è stato caratterizzato da una vivace attività, con il titolo che ha aperto la sessione a 320,5 Euro, al di sotto del massimo della vigilia. Tuttavia, nel corso degli scambi, la sua performance è andata progressivamente affievolendosi.

Sebbene la situazione di medio periodo mostri una tendenza ribassista per Ferrari, il confronto settimanale con l'indice FTSE MIB rivela una maggiore forza relativa della casa automobilistica, indicando un interesse concreto da parte degli investitori. Nonostante la stabilità del trend a lungo termine, l'analisi del grafico a breve termine inizia a sollevare dubbi sulla possibilità di una prolungata fase ribassista.

Il titolo potrebbe intraprendere una traiettoria ascendente, con il primo ostacolo stimato a 322 Euro. Un supporto chiave è individuato a quota 313,8 Euro. Ulteriori segnali rialzisti potrebbero spingere il titolo verso un nuovo target, probabilmente nell'area di 330,2 Euro.

Ferrari presenta una caratteristica stabilità di trend, evidenziata dal basso livello di volatilità giornaliera, fissato a 1,316. Tuttavia, i volumi giornalieri rimangono relativamente bassi, suggerendo che gli investitori istituzionali potrebbero mostrare un interesse limitato a causa della mancanza di significativi scostamenti di prezzi dovuti ai volumi ridotti.

In conclusione, mentre Ferrari ha registrato un timido incremento, gli investitori potrebbero essere attenti a sviluppi futuri che potrebbero confermare o ribaltare la tendenza attuale. La stabilità a lungo termine e l'appetibilità dimostrata dagli acquirenti indicano che il cavallino rampante di Maranello potrebbe ancora offrire opportunità interessanti nel mercato azionario.

SCAnalisiTecnicaAzioni

PUBBLICITÁ

Puoi seguirci anche sulle nostre piattaforme social

Altri articoli