Banche

Germania – Ucraina: Nuovi aiuti militari da 1,13 Miliardi di Euro

In un momento di crescente tensione nell'Europa orientale, la Germania ha annunciato l'invio di nuovi aiuti militari alla vicina Ucraina, per un valore di 1,13 miliardi di euro. Questi fondi si aggiungono ai 28 miliardi di euro già inviati nel corso del tempo da Berlino a Kiev, rappresentando un segno tangibile del sostegno tedesco alla sicurezza nella regione.

L'accordo sulla sicurezza è stato siglato nella capitale tedesca tra il cancelliere Olaf Scholz e il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, evidenziando una crescente partnership strategica tra i due paesi. Il ministro tedesco della Difesa, Boris Pistorius, ha sottolineato l'importanza storica di questo impegno, indicando che la Germania assume per la prima volta il ruolo di Stato garante per la sicurezza in Europa.

Il pacchetto di aiuti militari, noto come "pacchetto di Monaco", include una serie di equipaggiamenti cruciali per rafforzare le capacità difensive dell'Ucraina. Tra questi, spiccano 18 obici semoventi Pzh 2000, che verranno consegnati nel corso del 2026 e del 2027, insieme ad addestramento, munizioni e pezzi di ricambio. In aggiunta, saranno inviati 18 obici semoventi su ruote Rch 155 nel periodo compreso tra il 2025 e il 2027. La Germania fornirà inoltre 120.000 munizioni di artiglieria da 122 millimetri entro quest'anno e un secondo sistema per la difesa aerea Skynex nel 2025, oltre a ulteriori 100 missili IRIS-T SLS nel 2024.

Il cancelliere Scholz ha sottolineato che questo impegno invia un chiaro messaggio a Vladimir Putin, confermando il continuo sostegno tedesco all'Ucraina. Ha anche fatto appello al Congresso degli Stati Uniti affinché autorizzi le decisioni necessarie per garantire ulteriore supporto all'Ucraina, considerando cruciale il contributo americano per la sicurezza del paese guidato da Zelensky.

Nel frattempo, sul fronte dei combattimenti, l'Ucraina ha annunciato la decisione di ritirarsi dalla posizione Zenith nella periferia sud-orientale di Avdiivka, dopo mesi di scontri. Il generale di brigata Oleksandr Tarnavsky ha dichiarato che questa mossa è stata presa per preservare le vite dei militari e migliorare la situazione operativa. Tuttavia, la città del Donetsk rimane teatro di feroci battaglie, con le truppe russe che accerchiano le forze ucraine.

Il presidente Zelensky ha esortato la leadership militare a priorità la salvaguardia delle vite dei difensori ucraini, evidenziando la determinazione del paese nel fronteggiare le minacce russe. Ha sottolineato l'importanza cruciale dell'esercito ucraino nella difesa del territorio nazionale e nella protezione delle strutture strategiche e delle rotte logistiche.

In un momento di crescente instabilità regionale, l'accordo tra Germania e Ucraina rappresenta un passo significativo verso la stabilizzazione e la sicurezza nell'Europa orientale, dimostrando la determinazione delle nazioni democratiche a difendere i valori comuni e a resistere alle minacce esterne.

SCPoliticaItaliana, SCRilievoPolitica, SCRilievo

PUBBLICITÁ

Puoi seguirci anche sulle nostre piattaforme social

Altri articoli