Banche

I grandi sogni tecnologici: Quando anche i “Re Mida” sbagliano

Diciassette anni fa, Steve Jobs presentava al mondo l’iPhone, inaugurando l'era degli smartphone. Jobs, considerato un genio del business e dell'innovazione, aveva il tocco da Re Mida, trasformando in oro tutto ciò che toccava. Tuttavia, come dimostrano i casi di Google Glass, il metaverso e Hyperloop, anche i Re Mida possono sbagliare.

Nel 2013, Google presentò i Google Glass, occhiali dotati di realtà aumentata. L'Explorer Edition, destinata al pubblico, fu ritirata nel 2016, mentre l'Enterprise Edition, per aziende, fu sospesa nel 2023. Nonostante le caratteristiche innovative, mancava un chiaro valore aggiunto. Warren Craddock, ex Senior Software Engineer di Google, sottolinea che i Google Glass "non erano utili, non assolvevano ad alcuna esigenza reale." Un investimento costoso senza un valore tangibile portò al loro fallimento.

Nel 2021, Mark Zuckerberg ribattezzò Facebook in Meta, puntando sul metaverso. Tuttavia, il progetto ha deluso le aspettative. Molti sostengono che la sua somiglianza a Second Life, un precedente "epic fail," e il lancio durante la pandemia potrebbero aver influenzato il suo insuccesso. Inoltre, l'ecosistema frammentato del metaverso e la mancanza di un valore tangibile per gli utenti hanno contribuito al declino, costando a Meta miliardi di dollari in perdite.

Nel 2012, Elon Musk propose Hyperloop, un treno a levitazione magnetica ad altissima velocità. Nonostante l'entusiasmo iniziale, Hyperloop One annunciò il fallimento nel 2023. La mancanza di un ecosistema adatto, con stazioni di arrivo mal collocate e problemi di connessione ai trasporti esistenti, contribuì al suo declino.

I tre fallimenti condividono alcune lezioni. Prima, anche i Re Mida possono sbagliare, e la loro responsabilità è imparare dagli errori. In secondo luogo, guardare al passato è importante, ma non bisogna perdere di vista l'evoluzione delle esigenze e della tecnologia. Terzo, un prodotto da solo non basta; serve un ecosistema che lo supporti. Infine, chiedersi il valore aggiunto per il cliente è cruciale. I successi come l'iPhone hanno offerto funzionalità chiare e tangibili, mancanti in Google Glass, Hyperloop e nel metaverso.

In conclusione, questi fallimenti epocali ci insegnano che l'innovazione deve essere guidata da una profonda comprensione delle esigenze degli utenti, una chiara visione di futuro e un ecosistema che supporti la crescita. Anche i Re Mida devono ricordare che, in un mondo in continua evoluzione, l'errore può essere la chiave per il successo futuro.

SCMetaverso

PUBBLICITÁ

Puoi seguirci anche sulle nostre piattaforme social

Altri articoli