Banche

Il fenomeno dello Stream-Jacking: Come i criminali online sfruttano i VIP per truffare gli utenti

Nel sempre crescente mondo delle truffe online, un fenomeno inquietante sta emergendo e prende il nome di "stream-jacking". Questa pratica vede i criminali informatici creare canali su piattaforme di streaming video, in particolare su YouTube, nei quali si fingono di essere persone famose per indurre gli utenti a cliccare su link nelle descrizioni. Lo scopo finale è quello di ottenere informazioni personali, spingere gli utenti a installare software dannosi sui loro computer, e infine rubare depositi di criptovalute, come ad esempio i preziosi bitcoin. La segnalazione proviene dai ricercatori di sicurezza di Bitdefender, un'azienda leader nel settore.

Un esempio emblematico di questa pericolosa pratica è rappresentato da un canale in cui gli hacker hanno utilizzato l'intelligenza artificiale per replicare il volto e la voce di Elon Musk. Attraverso questo inganno, gli utenti venivano invitati a partecipare ad attività di investimento fittizie, con l'unico scopo di sottrarre ingiustamente fondi agli internauti. Bitdefender evidenzia che Elon Musk, con la sua azienda Tesla, si trova in cima alla lista dei personaggi famosi più sfruttati per questo tipo di cybertruffe. Accanto a Tesla, compaiono anche SpaceX, altra creazione di Musk, e MicroStrategy, un'azienda che offre soluzioni di business intelligence, software mobile e servizi basati su cloud.

Il processo di stream-jacking coinvolge gli hacker che mirano a canali popolari al fine di ottenere account o attirare seguaci su un canale falso, promettendo ricompense. Utilizzando varie tecniche, tra cui livestream con pop-up, codici e link dannosi, i criminali riescono a ingannare gli utenti in modo subdolo.

Secondo le stime di Bitdefender, gli hacker avrebbero già guadagnato oltre 600 mila dollari attraverso questa pericolosa pratica. Di solito, i criminali pianificano le loro campagne in concomitanza con eventi significativi nel settore, come l'aumento del valore dei bitcoin o il lancio di un nuovo modello di auto da parte di Tesla.

Gli esperti di sicurezza di Bitdefender sottolineano l'importanza di controllare attentamente l'identificativo del canale. La presenza di caratteri inaspettati o errori di scrittura può essere un segnale di un potenziale furto d'identità. Incoraggiano inoltre gli utenti a segnalare tempestivamente qualsiasi truffa osservata per monitorare e contrastare questo fenomeno. Inoltre, consigliano di verificare regolarmente i feed dei social media, poiché le truffe di solito vengono denunciate e descritte nei dettagli attraverso questi canali. La prudenza online diventa quindi fondamentale per proteggere se stessi da questi attacchi sempre più sofisticati e per contribuire a contrastare l'ascesa dello stream-jacking.

SCRilievoCrypto, SCSicurezzaCrypto

PUBBLICITÁ

Puoi seguirci anche sulle nostre piattaforme social

Altri articoli