Banche

India e i Paesi Efta: Accordo storico per il futuro economico

Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera: quattro nazioni europee con storie, tradizioni e strutture diverse, ma ora accomunate dall'India grazie alla firma di un accordo senza precedenti. Il Trade and Economic Partnership Agreement (TEPA) è stato siglato con New Delhi il 10 marzo, con l'ambizioso obiettivo di attrarre investimenti per 100 miliardi di dollari in India e creare un milione di nuovi posti di lavoro.

Questi quattro Paesi sono membri attuali della European Free Trade Association (EFTA), istituita nel 1960 con l'obiettivo di facilitare gli scambi commerciali tra nazioni che scelsero di non aderire all'allora Comunità Economica Europea, ora Unione Europea. Il ministro del Commercio indiano, Piyush Goyal, ha sottolineato l'importanza storica di questo accordo, definendolo "la prima volta nella storia del mondo" in cui si sottoscrive un accordo di libero scambio con un impegno finanziario così significativo.

Il TEPA non è un semplice accordo commerciale, ma un patto completo che include la riduzione delle tariffe doganali, l'aumento dell'accesso ai mercati e la semplificazione delle procedure doganali. Inoltre, per la prima volta, viene inserito un capitolo dedicato agli impegni per i diritti umani e lo sviluppo sostenibile. Settori chiave come finanza, telecomunicazioni e movimento di persone fisiche sono inclusi nel patto.

L'obiettivo di attrarre 100 miliardi di investimenti è ambizioso, ma non irraggiungibile, considerando che gli investimenti attuali si attestano a soli 11 miliardi. Il capitolo 7 del TEPA stabilisce un traguardo di 50 miliardi nei prossimi 10 anni, seguiti da altri 50 nei cinque anni successivi. La generazione di un milione di posti di lavoro entro 15 anni è un effetto diretto dell'aumento degli investimenti.

Ma l'importanza di questo accordo va oltre i numeri e le cifre. Si tratta di un passo politico e geopolitico significativo per entrambe le parti. L'India rafforza ulteriormente i suoi legami con l'Europa, una mossa strategica che si inserisce nel contesto di una crescente attenzione geopolitica verso occidente. Il fatto che l'accordo sia stato raggiunto dopo 21 round di negoziati, iniziati nel 2008, evidenzia l'impegno e l'urgenza di entrambe le parti nel consolidare questa partnership.

Questo accordo potrebbe anche servire da modello per futuri accordi commerciali che l'India sta negoziando, in particolare con l'Unione Europea e il Regno Unito. La connessione con l'UE è particolarmente rilevante, considerando che tre dei quattro Paesi EFTA fanno parte dello Spazio Economico Europeo (SEE), il che facilita la libera circolazione di merci, capitali, servizi e persone all'interno del mercato unico europeo.

In conclusione, il TEPA tra l'India e i Paesi EFTA segna un importante passo avanti nell'integrazione economica e geopolitica tra l'India e l'Europa. È un accordo che potrebbe plasmare il futuro delle relazioni commerciali internazionali e svolgere un ruolo cruciale nella ridefinizione dei rapporti economici globali.

SCEconomiaMondiale, SCRilievoEconomia, SCRilievo

PUBBLICITÁ

Puoi seguirci anche sulle nostre piattaforme social

Altri articoli