Banche

L’ETF Bitcoin è “Inevitabile”: Clamorosa dichiarazione dell’ex Presidente della SEC, Jay Clayton

In una dichiarazione senza precedenti, l'ex presidente della Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti, Jay Clayton, ha sottolineato che l'approvazione di un Exchange-Traded Fund (ETF) Bitcoin Spot è "inevitabile". L'intervista, rilasciata l'8 Gennaio alla CNBC, ha catturato l'attenzione degli operatori di criptovalute e degli investitori tradizionali, segnalando un potenziale punto di svolta nella regolamentazione dei prodotti finanziari legati alle criptovalute.

Clayton ha enfatizzato che, a suo avviso, non ci sono più ostacoli significativi all'approvazione dell'ETF Bitcoin Spot negli Stati Uniti. "Penso che l'approvazione sia inevitabile. Non c'è più nulla da decidere", ha dichiarato, suggerendo un cambiamento di atteggiamento da parte della SEC rispetto agli ultimi dieci anni durante i quali sono state respinte tutte le richieste di ETF Bitcoin spot.

Uno degli argomenti principali che la SEC ha sostenuto nel rifiutare le richieste precedenti riguardava le preoccupazioni per la manipolazione del mercato e le frodi. Tuttavia, Clayton ha evidenziato che le dinamiche di mercato legate al Bitcoin sono notevolmente migliorate negli ultimi cinque anni, eliminando molte delle preoccupazioni passate. "Cinque anni fa, c'erano le wash sales, c'era il laddering, c'erano tutti i tipi di cose che non si volevano rendere disponibili al grande pubblico a causa di questo rischio", ha affermato.

Clayton ha anche elogiato il progresso tecnologico e infrastrutturale, sottolineando che ora esiste un livello adeguato di sicurezza e custodia per proteggere adeguatamente il Bitcoin, rendendolo accettabile per gli operatori del mercato finanziario tradizionale.

La notizia è stata seguita da un'ondata di depositi S-1 e S-3 modificati da parte di potenziali emittenti di ETF Bitcoin presso la SEC. Questi depositi hanno rivelato le commissioni proposte dai potenziali emittenti una volta che l'ETF verrà approvato. James Seyffart, analista ETF di Bloomberg, ha interpretato questo afflusso come un segno che la SEC sta "accelerando le cose", portando le probabilità di approvazione dell'ETF Bitcoin Spot entro il 10 Gennaio al 90%, secondo le stime di Seyffart e del collega Eric Balchunas.

Oltre al contesto crypto, Clayton ha elogiato lo sviluppo della tecnologia blockchain per la sua capacità di tokenizzare e scambiare asset del mondo reale, suggerendo che ciò potrebbe portare a un cambiamento significativo nell'intero settore finanziario.

In attesa di ulteriori sviluppi, gli investitori e gli appassionati di criptovalute rimangono in attesa di vedere se questa previsione diventerà realtà e se l'ETF Bitcoin Spot sarà finalmente approvato negli Stati Uniti.

SCRilievoCrypto, SCBitcoin

PUBBLICITÁ

Puoi seguirci anche sulle nostre piattaforme social

Altri articoli