Banche

L’Intelligenza artificiale più accessibile grazie ai Supercomputer: Il nuovo pacchetto della Commissione Europea

La Commissione Europea ha lanciato un ambizioso pacchetto per rendere l'Intelligenza Artificiale (IA) più accessibile a tutte le imprese europee, comprese le start-up e le piccole e medie imprese (PMI). Questa iniziativa mira a sostenere le imprese innovative nello sviluppo di tecnologie IA affidabili, rispettando i valori e le regole dell'Unione Europea, come stabilito nell'accordo politico dell'AI Act datato dicembre 2023.

Il nucleo del pacchetto prevede un accesso privilegiato ai supercomputer per le start-up di IA e per l'ampia comunità dell'innovazione. Attraverso la Comunicazione sull'IA per start-up e innovazione dell'UE, la Commissione offrirà un supporto finanziario attraverso programmi chiave come Horizon Europe e il programma Digital Europe dedicato all'IA generativa. Questo si tradurrà in un investimento complessivo pubblico e privato stimato di circa 4 miliardi di euro entro il 2027.

La presidente Ursula von der Leyen, nel suo discorso sullo stato dell'Unione nel 2023, ha anticipato un'iniziativa volta a rendere i supercomputer europei disponibili alle start-up dell'IA per addestrare i loro modelli. Il primo passo concreto è stato l'annuncio della Large AI Grand Challenge nel novembre 2023, un premio che offre supporto finanziario e accesso ai supercomputer alle start-up dell'IA.

Il nuovo pacchetto concretizza questo impegno attraverso diverse misure, tra cui la modifica del regolamento EuroHpc per istituire le Ai Factories. Queste fabbriche di intelligenza artificiale rappresentano un nuovo pilastro per le attività di impresa congiunta nei supercomputer dell'UE, focalizzandosi sull'acquisizione, l'aggiornamento e la gestione di supercomputer dedicati all'IA. L'obiettivo è accelerare l'addestramento dei modelli di machine learning e dell'IA generale.

Le misure includono anche la facilitazione dell'accesso ai supercomputer dedicati all'IA per un ampio numero di utenti, pubblici e privati, comprese le start-up e le PMI. Sarà creato uno sportello unico per le start-up e gli innovatori, supportando così l'ecosistema di ricerca e sviluppo dell'IA nello sviluppo algoritmico. L'iniziativa mira inoltre a stimolare lo sviluppo di una varietà di applicazioni emergenti basate su modelli di IA di uso generale.

Le modifiche proposte al regolamento EuroHpc devono essere esaminate dal Parlamento europeo e dal Consiglio. Il pacchetto include anche la decisione di istituire un Ufficio AI all'interno della Commissione, che avrà il compito di coordinare la politica AI a livello europeo e supervisionare l'attuazione dell'AI Act.

L'Ufficio AI entrerà in vigore il 24 gennaio, con operazioni che inizieranno nei mesi successivi. Inoltre, sono previste iniziative per rafforzare il pool di talenti dell'IA generativa dell'UE attraverso attività di istruzione e formazione. Si incentiveranno ulteriori investimenti pubblici e privati nelle start-up e scale-up dell'IA, anche attraverso il capitale di rischio e il sostegno azionario.

Il pacchetto prevede anche l'accelerazione dello sviluppo e della distribuzione degli spazi comuni dei dati in Europa, fondamentali per la formazione e il miglioramento dei modelli AI. Un'iniziativa denominata "GenAI4Eu" supporterà lo sviluppo di nuovi casi d'uso e applicazioni emergenti in vari settori, come la robotica, la salute, la biotecnologia, la produzione, la mobilità, il clima e i mondi virtuali.

La Commissione sta inoltre istituendo due consorzi europei di infrastrutture digitali: l'Alleanza per le tecnologie linguistiche (Alt-Edic) e l'Edic "CitiVerse". Questi consorzi applicheranno strumenti di intelligenza artificiale avanzata per sviluppare e migliorare i digital twin locali per le comunità intelligenti e le smart city, contribuendo a simulare e ottimizzare una varietà di processi.

Gli Stati membri possono istituire da ora i consorzi europei per l'infrastruttura digitale Alt-Edic e CitiVerse Edic con il sostegno della Commissione. Infine, la Commissione ha adottato una comunicazione che delinea l'approccio strategico all'uso dell'IA, preparandosi internamente all'attuazione della legge sull'IA dell'UE. Questa comunicazione include azioni concrete su come la Commissione costruirà la capacità istituzionale e operativa per garantire lo sviluppo e l'uso di un'IA affidabile, sicura ed etica, oltre a sostenere le amministrazioni pubbliche dell'UE nell'adozione e nell'uso dell'IA.

SCRilievoImpresa, SCRilievo, SCImpreseEuropee, SCIntelligenzaArtificiale

PUBBLICITÁ

Puoi seguirci anche sulle nostre piattaforme social

Altri articoli