Banche

Putin rieletto Presidente russo con record di voti: Una vittoria contestata

Il presidente russo Vladimir Putin ha ottenuto una vittoria schiacciante durante le recenti elezioni presidenziali, con l'87,17% dei voti a suo favore. Questo risultato, annunciato dalla Commissione elettorale russa, è stato raggiunto con uno spoglio parziale delle schede al 70%. Tuttavia, le elezioni non sono state esenti da critiche e controversie, sia a livello nazionale che internazionale.

Durante il processo elettorale, che ha avuto luogo per la prima volta nell'arco di tre giorni, si è registrata un'affluenza alle urne del 74,22%, secondo i dati preliminari. Questa partecipazione rappresenta un segnale di coinvolgimento da parte del popolo russo, ma non è mancata la protesta interna contro il regime di Putin.

Al secondo posto nelle elezioni si è posizionato Nikolai Kharitonov del Partito Comunista della Federazione Russa, seguito da Vladislav Davankov del Popolo Nuovo e Leonid Slutsky del LDPR. Tuttavia, le voci di dissenso si sono alzate soprattutto da parte di alcuni Paesi occidentali, che hanno criticato aspramente il processo elettorale russo.

La Casa Bianca ha definito le elezioni "non libere né giuste", mentre il ministro degli Esteri britannico David Cameron ha sottolineato che gli elettori non hanno avuto una vera scelta. Anche la Polonia ha condannato il voto come "non legale", mentre il presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier ha annunciato che non invierà lettere di congratulazioni a Putin per la sua rielezione.

Nonostante le assicurazioni del ministero dell'Interno russo che ha dichiarato che il processo elettorale non ha visto violazioni significative, le critiche continuano a riversarsi sulle elezioni. La protesta interna è stata evidente anche durante l'ultima giornata di voto, con Yulia Navalnaya che ha lanciato l'appello "Mezzogiorno contro Putin".

In conclusione, le elezioni presidenziali russe del 15, 16 e 17 Marzo hanno confermato Vladimir Putin al suo quarto mandato consecutivo come presidente. In un contesto di crescente tensione internazionale, resta da vedere quali saranno le implicazioni di questa rielezione per la politica interna ed estera della Russia.

SCPoliticaInternazionale, SCRilievo, SCRilievoPolitica

PUBBLICITÁ

Puoi seguirci anche sulle nostre piattaforme social

Altri articoli