Banche

Unione Europea: Accordo sulle norme antiriciclaggio e nuovi controlli

L'Unione Europea ha recentemente raggiunto un accordo cruciale sui pagamenti in contanti, stabilendo un limite massimo di 10mila euro. Questa decisione è parte integrante del pacchetto antiriciclaggio volto a proteggere i cittadini europei e il sistema finanziario comunitario da attività di riciclaggio di denaro e finanziamento del terrorismo.

Il nuovo tetto massimo per i pagamenti in contanti a livello europeo è stato fissato a 10mila euro, ma gli Stati membri hanno il potere di imporre limiti inferiori, se lo desiderano. Inoltre, è stato introdotto un rigoroso sistema di controlli sull'identità per le transazioni occasionali in contanti di importo superiore ai 3mila euro. Questo è un passo significativo per garantire una maggiore trasparenza nelle transazioni finanziarie e scoraggiare comportamenti illeciti.

La lotta contro il riciclaggio di denaro si estende anche al mondo delle criptovalute. I soggetti che investono più di mille euro in criptovalute saranno ora soggetti a controlli più stretti. I fornitori di servizi di collocamento di cripto dovranno condurre una "due diligence" sui loro clienti, verificando che le operazioni siano conformi alle normative e denunciando attività sospette per transazioni superiori ai mille euro. Questa mossa riflette il crescente interesse e coinvolgimento delle autorità europee nel regolamentare il settore delle criptovalute.

Un altro settore sotto la lente dell'Unione Europea è quello del lusso. Rivenditori di beni di lusso come gioiellieri, orologiai, orafi, antiquari, galleristi, concessionari di auto di lusso e rivenditori di yacht e jet privati saranno ora obbligati a fornire informazioni dettagliate sulle transazioni effettuate dai loro clienti. Questa stretta supervisione mira a prevenire l'uso di beni di lusso per il riciclaggio di denaro.

Il ministro belga delle Finanze, Vincent Van Peteghem, ha commentato l'accordo affermando che è parte integrante del nuovo sistema antiriciclaggio dell'UE. Ha sottolineato che questo accordo migliorerà la cooperazione tra i sistemi nazionali contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo, promuovendo una maggiore efficienza e sinergia tra gli Stati membri.

Ora che l'accordo è stato raggiunto, i testi saranno presentati ai rappresentanti degli Stati membri e al Parlamento europeo per l'approvazione definitiva. La sua implementazione segnerà un passo significativo nell'indirizzare e mitigare le attività illegali nel sistema finanziario europeo, promuovendo la sicurezza e la stabilità nel panorama economico del continente.

SCEconomiaMondiale, SCRilievo, SCRilievoEconomia

PUBBLICITÁ

Puoi seguirci anche sulle nostre piattaforme social

Altri articoli